Torneo Internazionale Città di Villorba 2013

Torneo Villorba 2013La primavera sembra non voler fare capolino, ma tra un acquazzone e l’altro, ecco che spunta l’agognato solo primaverile,  condizione ideale per una trasferta nei vicini campi degli amici del Villorba.

Dopo un paio d’anni d’assenza gli Old Ruggers ritornano a questo altisonante torneo, a ranghi ridotti, come al solito, ma fieri e decisi a non sfigurare. Le compagini a confronto sono sei: i padroni di casa del Villorba, Modena, Mantova, Verona, Mirano e gli Old Ruggers. Tre partite a tempo secco da venticinque minuti.  A noi toccano le tre “M”, nell’ordine Modena, Mirano e Mantova, tutte squadre di cui già abbiamo fatto buona conoscenza in passato.

E allora via contro il Modena, squadra che già ci aveva battuto in un precedente torneo dei Senatori Virgiliani. Una gran bella squadra. Per i primi dieci minuti  ci ricordiamo di come abbiamo giocato al torneo di Rovigo: ben piazzati in campo, continuiamo a far muovere il pallone, ci spostiamo nella metà campo avversaria e lì vi rimaniamo. Pressa da una parte, pressa dall’altra, arriva la prima meta Ruggers, ovvia conseguenza della superiorità di quei minuti di gioco. Da qui potrei quasi dire che per noi il torneo è concluso. Il Modena non desiste e ci “infila” due mete di seguito su nostri errori madornali, tra cui un intercetto.  Nella nostra testa cambia qualcosa. Frastornati, demotivati e notevolmente affaticati a causa del caldo, della mancanza di allenamento di molti di noi e dei cambi quasi inesistenti, cadiamo in un torpore da far invidia a Biancaneve. Forse le prime due mete del Modena sono un nostro regalo, ma le successive due non lo sono assolutamente….il  risultato finale è un eloquente ed esemplare  4-1,  forse il peggior risultato subito dalla nostra squadra.

Destino vuole che ci siano concessi una ventina di minuti di pausa prima della seconda partita. Riprendiamo parzialmente fiducia di noi stessi, ci rilassiamo e via contro l’Armata Brancaleon Mirano. Ma il riposo non sembra aver giovato più di tanto, ci troviamo di fronte una squadra molto più “attempata”, ma sicuramente decisa, con una fisicità notevole sui punti di incontro ed una esperienza senza pari. La partita è equilibrata, la velocità delle nostre linee arretrate ci permette di segnare…. il risultato è sempre vacillante….. alla fine vinciamo per 2 a 1, ma il pareggio forse sarebbe stato più equo; la nostra è una vittoria amara per quello che avremmo potuto fare e che invece non abbiamo realizzato. Congratulazioni  ai miranesi da cui sicuramente dobbiamo trarre insegnamento, in particolare nelle fasi di gioco in mischia.

Breve pausa e sotto a chi tocca, i Senatori Virgiliani di Mantova;  concordiamo un 13 contro 13 per quindici minuti tempo secco, troppo pochi loro, troppo pochi ed affaticati noi,  e la storia non cambia rispetto alla partita contro il Mirano. Risultato vacillante fino alla fine, il gioco è identico, il risultato anche (2-1 per noi), con la stessa amarezza di essere sicuri di aver potuto giocare meglio.

Analisi finale condivisa da tutti, sono mancati quasi completamente: 1) il placcaggio (questo sconosciuto), apparso ogni tanto camuffato da Ale Pagnin, troppo abituati a demandare tale incombenza ad illustri assenti; 2) l’avanzamento in linea “piatta” in fase difensiva, sostituito con una nuova disposizione a scala partorita seduta stante in campo per l’occasione.

Tutto questo potrebbe far pensare ad un terzo tempo in sordina, un po’ da “cani bastonati” ma stranamente e, per fortuna, così non è stato. Dimostrazione che a Villorba ci sentiamo come a casa. Rilassati e “ciacolando” si è sorseggiato il nostro “aperitivo” a suon di Guinness in attesa del pasto. Dopo cena, giusto per smaltire e far invidia al mitico Don Lurio, ci si è “scatenati” seguendo il ritmo anni 80-90 proposto da un delizioso e simpatico terzetto “Le luci del Nord” , che ha illuminato la nostra notte. Quasi dimenticavo…..non di meno l’esuberanza e la comicità dei barzellettieri ci ha rallegrato fino a tarda ora.

Grazie Villorba, ennesimo torneo ben riuscito!!!!

4 thoughts on “Torneo Internazionale Città di Villorba 2013

  1. Voglio fare i complimenti ai valorosi Old Ruggers di “Villorba”.
    Malgrado le numerose assenze (la mia in primis) vi siete fatti onore divertendovi.
    Un saluto a tutti,
    Mario

  2. …carenza di placcaggi? Roby, sai gia’ qual’e’ la mia posizione su come andrebbero impostati gli allenamenti 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *