Rabaltame 2012… fatta anca questa

Sembrava di rivivere le emozioni del 2011.

Le colleghe in ufficio avevano chiamato il diluvio universale per sabato, mattina forse no ma pomeriggio di sicuro… e quando scaricando ed aprendo i tavoli le nere, minacciose ed incombenti nubi hanno aperto i rubinetti abbiamo pensato… “vabbè ci sarà da lavar le maglie al campo prima di portarle a casa dalle nostre dolci metà…”. I più anziani tranquilizzavano i meno esperti ricordando che nel 2011 era andata proprio così, acqua a catinelle prima di pranzo, giusto per bagnare il campo, e poi sole tutto il giorno a baciarci la fronte.

Ma andiamo con ordine. I primi arditi sono arrivati al campo alle nove e mezza certi di dover attendere a lungo prima di poter entrare… ma al campo non si arriva mai per primi, al massimo si va via per ultimi. C’era infatti chi tirava le righe e chi lavava il pavimento della baracca.

I cucinieri agli ordini di Gigi, Furiere di giornata, si sono misurati con le incombenze lasciate da Ricky “Si Chef” e mal gliene incolse… la coppia di piloni dalle manine più delicate degli Old si è infatti dedicata al taglio del basilico e dei pomodorini scatenando le ire funeste del Pres che li ha redarguiti prendendoli quasi a ceffoni… ringraziamo invece Ricky “Si Chef” per i complimenti per l’accuratezza el taglio effettuato. Bene fatta la pasta, cucinate le salsicce, sofegae e segoe, grigliati i peperoni ci siamo preparati per scendere in campo.

 

 

 

 

 

 

E’ stata l’occasione per incontrare anche chi al campo non passava da un po’.

Le partite si sono svolte come semrpe all’insegna dell’agonismo, mai esasperato, e in un clima di armonia dovuto in giornate di sport come queste.

Iniziamo il torneo giocando con i Variegati, e mettiamo in mostra un rugby che non ci appartiene, fatto di attesa e poca presenza, tanto è vero che il risultato finale di 3 a 2 sta a testimoniare una partita giocata con il punteggio sempre jn discussione.

La seconda partita che giochiamo ci vede scendere in campo contro il Monster. Una partita impegnativa soprattutto sui punti di incontro, vinciamo pochi palloni fornendo scarse opportunità di attaccare alle nostre linee arretrate. Il secondo tempo ci vede prendere le redini del gioco con maggior convinzione e portare a casa il risultato per 2 a 0.

Terzo e ultimo incontro con gli Urogalli. I ragazzi di Udine si trovano di fronte una compagine ad un passo dalla vittoria, seppur virtuale, del torneo organizzato in casa e che con determinazione cerca il successo dalla prima azione. Il primo tempo si chiude sul 3 a 0 mettendo in mostra un divario tra le due squadre dovuto soprattutto alla maggior esperienza degli Old. Un complimento particolare agli Urogalli che hanno schierato in campo tanti giocatori che da poco si sono avvicinati al nostro sport.

Come spesso accade tutto il resto è festa.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dovuti due ringraziamenti da parte di tuti gli Old, il primo alla Tarvisium per averci concesso l’uso delle strutture ed il secondo ai tanti volontari che ci hanno aiutato a realizzare il Torneo Rabaltame 2012.

Ci vediamo nel 2013 anche se come nel 2010, nel 2011 e in questo 2012 il Pres ha chiuso la serata dicendo “Questo è l’ultimo anno che organizziamo il torneo…”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *