Silea come Twickenham… (di Luca “Ciri” Ciripicchi Meloni)


Warning: mysql_get_server_info(): Access denied for user ''@'localhost' (using password: NO) in /home/oldruggers/public_html/wp-content/plugins/xml-google-maps/xmlgooglemaps_dbfunctions.php on line 10

Warning: mysql_get_server_info(): A link to the server could not be established in /home/oldruggers/public_html/wp-content/plugins/xml-google-maps/xmlgooglemaps_dbfunctions.php on line 10

147A1699

Sabato 31/10/2015… ai più questa data potrà non significare nulla (a parte il fatto che sarà la notte di Halloween) ma per alcuni è sicuramente un giorno, se non speciale, quanto meno particolare: è il giorno del secondo raggruppamento CORV della stagione 2015/2016 … ma è anche il giorno della finale della Coppa del mondo di Rugby!!!!
Giochiamo a Silea (la nostra Twickenham) e quindi siamo la metà di mille ed ospitiamo la Mummie di Mestre ed Fossili Dolomitici di Belluno.
La giornata è di quelle spaziali, non c’è una nuvola in cielo, la temperatura è appena sotto i 20° ed il campo, bagnato dalle piogge infrasettimanali, è morbido il giusto.

147A1694
La prima partita è contro le Mummie, squadra molto fisica e messa bene in campo, nonostante ciò riusciamo, almeno all’inizio, a tenere in mano le redini del gioco e a mantenere il possesso, tant’è che dopo una breve serie di penetrazioni con gli avanti ed un’intelligente apertura, la palla arriva in mano al presidentissimo Sten che dà sfogo a tutta la sua velocità bucando la linea dei 3/4 avversari ed andando a segnare la prima meta della giornata.
Tutto lasciava presagire una facile vittoria ma da lì in avanti le cose sarebbero andate diversamente. Sarà stato l’ecesso di confidenza o la foga agonistica, ma qualcosa si è inceppato e il gioco inizia a stagnare a centrocampo tra un “in avanti” ed “un tenuto” finchè all’ennesimo nostro errore uno dei centri mestrini ruba una palla e si infila in mezzo ai pali inseguito disperatamente (ed anche inutilmente) dal generoso Frankie.
La seconda meta è quasi la fotocopia della prima: errore nostro, lo stesso centro palla in mano fa metà campo e va in meta, lo stesso generoso Frankie lo insegue inutilmente stramazzando poi al suolo per la fatica.
Nel frattempo il tono agonistico della partita sale e la qualità del gioco scende, ma per fortuna, in una delle poche azioni in cui abbiamo giocato come sappiamo fare, andiamo in meta sempre con il presidentissimo Sten che brucia ancora in velocità la difesa avversaria.
Il secondo tempo è sofferenza pura: restiamo schiacciati nei nostri 22 (spesso nei nostri 5!!!!) e non riusciamo a venir fuori neanche calciando, ma difendiamo bene (nota positiva) e riusciamo a non subire mete… ma neanche a farne… e il match si chiude in parità. E’ il caso di dire che abbiamo veramente fatto tutto noi!
In realtà, la partita verrà ricordata principalmente per il disappunto espresso da capitan Schamano per come abbiamo giocato: chi lo conosce sa che è uno che parla poco (quasi mai) ma questa volta, dopo aver chiamato a raccolta la squadra, come fanno i veri capitani (e lui lo è!!!), ha probabilmente fatto uno dei discorsi più lunghi della sua vita, per la serie chi ha orecchie da intendere intenda…

147A1592

Meta Presidenziale
Meta Presidenziale

La seconda partita è contro i Fossili che giungono a Silea a ranghi ridotti tuttavia decisi a fare bella figura vista la loro candidatura per gli Europei Old del 2019. Noi siamo però più numerosi, più in forma (anche se abbiamo visto tempi migliori), probabilemte più affiatati e desiderosi di riscatto dopo la prestazione non brillante contro le Mummie, fatto sta che chiudiamo il primo tempo avanti di 3 mete segnate rispettivamente da Fabio (prima marcatura per lui proprio all’esordio e per sua sfortuna in casa…), Paolino e Mauro… del resto non potevamo mandar sprecato il discorso del capitano!!!!
Nel secondo tempo, affiora la stanchezza (nonostante i numerosi cambi) ed il gioco ristagna, torniamo a commettere qualche errore in attacco e sul finire del tempo, in un tentativo di apertura appena fuori dai nostri 22 subiamo un intercetto e la conseguente meta avversaria. Risultato finale Ruggers 3 – Fossili 1.

Esordio con meta
Esordio con meta per Fabio
La potenza di Mauro
La potenza di Mauro

Il resto è una festa nella festa: sole, birra a litri, castagne, bimbi mascherati ed una finale di coppa del mondo da urlo che ci aspetta,  anche se per problemi tecnici riusciamo a collegarci con Twickenham solo per il secondo tempo, ma va bene lo stesso, quando ci ricapita di giocare lo stesso giorno di una finale mondiale????!!!! Un’occasione unica per vederla tutti insieme e sicuramente, per chi ha scritto questo resoconto sconclusionato, una giornata indimenticabile.
GRAZIE A TUTTI! SIETE SEMPRE E COMUNQUE GRANDISSIMI!

quell'attimo tra il 2° ed il 3° tempo...
quell’attimo tra il 2° ed il 3° tempo…

PS: gli eventi ed i personaggi riportati nel presente articolo sono realmente avvenuti (non necessariamente nella sequenza raccontata) ed esistiti ma distorti dalla quantità di alcol assunta nel corso del pomeriggio e dallo stato confusionale in cui versavo, pertanto l’autore declina ogni responsabiltà in merito ad inesattezze ed incongruenza con la realtà dei fatti.

la foto si commenta da sola...
la foto si commenta da sola…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *